il calendario

storico edizioni

Veroli: un viaggio tra storia, arte e cultura, raccontato dalle diverse edizioni del calendario, ognuna riguardante un tema differente che risalta levarie sfaccettature di questo fantastico paese
calendario 2014

scorci dell'anima...

Carissimi amici, anche quest’anno la basilica, insieme ad un équipe di amici, altamente qualificati, attraverso questo nuovo calendario 2014, vuole entrare nelle vostre case e portare, tramite la bellezza delle immagini un messaggio di stupore e meraviglia che si traduce in preghiera di lode al Signore che tutto ha creato e tutto canta la sua lode.
Allora, ecco già svelato il senso ed il titolo di quest’anno: scorci dell’anima!
Sì, perché ci sembra che in una società come la nostra, si è sempre di più costretti a subire l’umiliazione di non saper più godere della meraviglia che è intorno a noi e che quasi non si riescono più a distinguere le impronte che Dio lascia nella creazione, perché ognuno possa arrivare a contemplarlo nella sua storia personale.
Quando si fa silenzio intorno a sé e si cerca di acquietare il cuore, mentre si riempie di bellezza lo sguardo, l’anima non può fare a meno di cantare la propria gioia, guardando le immagini del calendario.
Esse acquistano un valore artistico, spirituale e poetico e ci è sembrato bello raccontarle attraverso la bellezza dei salmi.

A tutti auguriamo di vivere nella serenità e pace il nuovo anno che si apre davanti a noi. 

calendario 2015

Agli artisti di dio

Carissimi amici, grazie perché ancora una volta con la scelta del calendario, permettete alla nostra basilica di essere sempre più accogliente e bella come merita “la Casa della Patrona Maria Salome”.
Ormai, il calendario è diventato un appuntamento annuale da molti atteso, ed è bello vederlo all’interno delle nostre case quasi come segno d’amore e legame con la memoria salomiana. E ancor di più diventa un gesto di partecipazione alla custodia di questo luogo sacro che il è il cuore della Città di Veroli e della diocesi; si, perché il sepolcro della Patrona emana ancora un fascino straordinario di testimonianza evangelica.
Il titolo di quest’anno può sembrare un po’ insolito: “agli artisti di Dio”; ma abbiamo inteso così omaggiare con un gesto di riconoscenza tutti coloro che con il loro ingegno e con la loro arte, nel corso dei secoli, hanno aiutato uomini e donne a cantare le lodi di Dio e Salome con le loro opere.
A questi maestri, la provvidenza ha affidato il compito di raccontare l’amore di Dio, anche con il formare la materia in immagini e cose deputate a tal senso.
Noi uomini di oggi abbiamo la bella sorte di poter riempire cuore ed occhi di struggente bellezza che diventa veicolo per poter innalzare l’animo a colui che è origine e fonte di tutto.
Agli artisti di ieri e di oggi, hanno trasformato questa basilica e la sua città in una perla rara e preziosa incastonata nello splendore della civiltà.
Grazie a voi! Maestri del bello, perché attraverso le vostre opere ci aiutate a recuperare una dimensione spirituale ed umana in questa società abbruttita da coscienze spente e senza poesia. Grazie a voi! Artisti dell’infinito, perché le vostre opere ci aprono la mente alla tenerezza dell’amore.
A noi resta l’arduo compito e dovere di conservare e tramandare questo immenso e straordinario patrimonio di bellezza alle generazioni future perché anch’esse possano attingere da queste formidabili radici la linfa per vivificare la fede e nutrire l’animo per essere uomini e donne veri.
È bello concludere con una citazione del grande poeta russo Dostoevskij: “la bellezza salverà il mondo”; si perché essa apre l’animo ad accogliere colui che è il cielo empireo della bellezza stessa.
E il nostro è un mondo che mai come oggi ha bisogno di bellezza perché ha bisogno di lui.
Buon anno a tutti!

calendario 2016

Veroli... Meraviglia tra Cielo e Terra

Carissimi amici, un altro anno spalanca le sue porte davanti a noi, con quanta trepidazione e speranza ci prepariamo a vivere questo tempo che la provvidenza ci dona, specialmente in quest’anno giubilare straordinario della Misericordia.
Anno in cui siamo chiamati a ritrovare e percorrere vie di pace, ad essere noi stessi testimoni e sementa delle meraviglie del Vangelo, annunciatoci da Maria Salome, la Discepola del Signore.
Questo momento di grazia ci invita a fare una sorta di pellegrinaggio all’interno del nostro cuore per riappropriarci della dimensione spirituale per diventare tutti più umani, più cristiani, allora il varcare la “Porta Santa” sarà segno di una volontà di cambiamento. Anche il calendario 2016 ci aiuta a fare questa sorta di pellegrinaggio tra le memorie storiche della nostra città, quasi a voler riguadagnare le radici del nostro passato per aprirci al futuro con rinnovata speranza e forza.
Il titolo “Veroli… meraviglia tra cielo e terra”, tradisce già il contenuto fantastico delle immagini che andranno a rallegrare i dodici mesi, l’intento è invitarvi a fare un viaggio fantastico nella nostra città, con angolature mai viste che vogliono spronarci a vivere e vederla in modo diverso; potrebbe essere bello sognare anche noi di librarci in alto e per un momento lasciare a terra le tante cose che sono di affanno all’anima e che assopiscono in noi la capacità di godere l’incanto di tanta bellezza e d’essere poesia.
C’è bisogno, ogni tanto, di uscire dal nostro quotidiano “tran tran” per percepire, con ottica insolita la meraviglia che è intorno a noi e avere la sensazione che tutto cambia… acquistando un significato e una preziosità diversa. Ecco, allora, lo scopo di questo lavoro, esso vuole aiutarci a rinnovarci nel percepire le cose attorno a noi per ritrovare la sorpresa dello stupore nel vedere quegli scorci di città a noi tanto noti da non farci più caso.
Veroli è una città che non finisce mai di raccontarsi, una meraviglia, che con un semplice cambio di prospettiva è sempre pronta a far sorgere nel cuore emozioni nuove.
Auguri a tutti di un felice anno di gioia e pace nel Signore.

calendario 2017

via matris

Carissimi Amici, il calendario edito dalla Basilica di Santa Maria Salome, sta diventando un appuntamento atteso per la nostra città, sì, perché ad esso è deputato il compito di entrare all’interno delle nostre case e raccontare le meraviglie di questa nostra terra.
Mese dopo mese, riassaporiamo con nostalgia storie d’arte, di fede, di tradizioni e folclore, che ci appartengono e ci hanno costruito come popolo.
E’ in quest’ottica, allora, che quest’anno vogliamo tentare di camminare insieme a voi tenendo presente il II centenario della venuta a Veroli della venerata immagine della Mater Dolorosa che si venera nella Chiesa dell’Annunziata (Sant’Agostino) e gelosamente custodita dalla Confraternita Carità Morte e Orazione e Pia unione dell’Addolorata.
L’abbiamo voluto intitolare “Via Matris” cioè La via della Madre, proprio come omaggio a Maria.
Siamo convinti che non è possibile capire la sensibilità e la devozione dei pii verolani senza penetrare col cuore e con l’anima il carattere mariano di questa terra, cosi mirabilmente rivelata nelle mille e mille immagini di Maria presenti sul nostro territorio.
Questa peculiarità mariana dei Verolani si può raccontare solo con il fare l’esperienza della processione del Venerdì Santo all’alba, quando l’effige della Desolata attraversa il silenzio maestoso e antico delle nostre medievali strade e sembra guardare e chinarsi sulle ferite dolorose dell’umanità accogliendo lo sguardo implorante di ogni suo figlio e a tutti sembra donare nuova speranza nel cuore, a suggello di ciò, sembra quasi che anche l’alba voglia partecipare irrompendo e donando luce nuova.
Che mattina per Veroli quella mattina! E’ l’esperienza del Golgota, ma anche la frenesia gioiosa della Pasqua.
È la via della Madre, dei figli che intendono seguirla fiduciosi del suo forte patrocinio.
È bello poter concludere col saluto angelico alla Signora del Cielo… Ave Maria!
Auguriamo a tutti voi di vivere questo anno speciale per la città come momento di una rinnovata primavera dello Spirito nella gioia e nella pace nel Signore.

calendario 2018

veroli... scatti di memoria

Il cavaliere Mario Caperna, verolano doc, ha esercitato ininterrottamente la professione di fotografo dal 1928 e per oltre un cinquantennio.
Durante i primi venti anni della sua attività ha vissuto via via il progredire e la raggiunta perfezione dei mezzi dell’arte del fotografare, esternando sulla pellicola e sulla carta i molteplici aspetti della vita civile, religiosa e privata dei suoi contemporanei, un ricco materiale,  questo, che egli stesso aveva provveduto a conservare e a catalogare con estrema cura.
Numerosi i premi ottenuti in concorsi fotografici del frusinate con le sue foto artistiche, molteplici pubblicazioni locali di carattere storico-artistico presentano illustrazioni da lui curate.
Dal 1948 e per oltre un quarto di secolo ha ricoperto l’incarico di collaboratore fotografico del quotidiano “Il Messaggero”. Infine, da non dimenticare l’incombenza di “moderatore dell’orologio civico” dal 1928 al 1984.
Nell’anno 1969  è stato insignito per decreto presidenziale del titolo di Cavaliere del lavoro.

Si ringrazia la famiglia Caperna per la gentile concessione delle fotografie.

Cav. Mario Capena
calendario 2019

veroli segreta

Carissimi Amici, anche quest’anno si ripete la bellissima tradizione della pubblicazione di un calendario artistico, a cui è demandato il compito di raccontare, mese dopo mese, la bellezza della nostra città di Veroli.
Bellezza a volte non apprezzata o quasi sconosciuta che chiede solo di essere “svelata”, Ecco!
Allora, il motivo del titolo: “VEROLI SEGRETA”.
Durante quest’anno, idealmente vogliamo accompagnarvi, in una visita a angoli poco conosciuti della nostra città, che celano una bellezza senza eguali, capaci di suscitare meraviglia.
Ogni angolo, della nostra Veroli, cela, gelosamente, sorprese di rara bellezza che chiedono solo di essere ammirate e capite per aver sempre più presente la storia straordinaria della nostra gente, che ha saputo con l’opera del proprio ingegno trasformare la materia in bellezza quasi soprannaturale.
Allora, mentre ringraziamo gli sponsor, per averci aiutato in questa impresa, lasciamoci mese dopo mese riempire cuore e occhi da questa suggestiva bellezza e tutti noi, “del Calendario”, vogliamo auguravi un anno ricco di gioia e serenità con l’aiuto di Dio, l’intercessione di Maria Vergine e della nostra Madre Maria Salome.
AUGURI!

calendario 2020

veroli... una storia raccontata con un click

Carissimi amici,
anche quest’anno riusciamo a portare un saluto di buon anno nelle vostre case con l’edizione del nuovo calendario 2020, calendario che è frutto di una rinnovata strategia di pubblicazione. 
Dopo oltre dieci anni dalla prima edizione, quest’anno abbiamo voluto tentare una sorta di scommessa per la produzione di quello che riteniamo anche un servizio alla nostra città di Veroli; la novità sta nel fatto di aver voluto indire il primo concorso fotografico città di Veroli dove con somma sorpresa, anche per il poco tempo di preparazione, abbiamo visto che ha suscitato un particolare interesse a livello nazionale ed internazionale anche da piattaforme internet del settore fotografico. 
Abbiamo chiesto ai partecipanti di raccontare, secondo la loro sensibilità, in un click la città di Veroli e, nei due giorni del concorso è stato bello constatare come la nostra città ha suscitato in loro interesse e meraviglia fotografica, ma il bello di questo impegno, è stato il constatare la bellezza della fraternità creatasi tra staff e partecipanti che è sfociata in un inizio di amicizia davvero singolare.
Ciò ci ha portato a scoprire come lo strumento di questa arte possa essere veicolo e linguaggio di amicizia e questo ci incoraggia a lanciare sin d’ora l’appuntamento del secondo concorso per il prossimo anno.
Tutta l’equipe della Basilica, che quest’anno si è arricchita di nuovi amici che si sono anche essi innamorati di Veroli, si è impegnata in un modo davvero straordinario unitamente alla pro loco a cui va il nostro ringraziamento, come ai tanti sponsor e verolani che si sono sentiti di aiutarci in questa avventura. 
Purtroppo nel corso dell’anno abbiamo avuto un lutto con la scomparsa del fratello Gianluigi Pigliacelli che già nel primo prototipo di calendario “Veroli città Mariana” si diede da fare in modo straordinario correndo con la sua vespa da una chiesa all’altra per fotografare le immagini della Madonna che si festeggiano in Veroli.
Ci sentiamo in dovere di dedicare questo nostro calendario a lui e così per dire con il cuore GRAZIE GIANLUIGI! 
A tutti voi auguriamo un anno ricco di serenità e pace con la benedizione di Dio Trinità, la carezza materna di Maria e la protezione della Madre Salome.

calendario 2021

non abbiate paura!

Carissimi Amici, abbiamo voluto rinnovare il nostro annuale impegno per la realizzazione di questo calendario a cui affidiamo il compito di portare all’interno delle vostre case un messaggio di vita e di speranza. “Non abbiate paura”! È questo il titolo scelto tratto da un passo del vangelo (Matteo 14, 27) ripreso poi mirabilmente da San Giovanni Paolo II per la Messa di inizio del suo ministero petrino, sintesi di tutto il suo luminoso Pontificato.
Si! Non abbiate paura.
È una frase di cui tutti avvertiamo la necessità.
Ci lasciamo alle spalle il 2020, un anno terribile, in cui proprio la paura e lo scoraggiamento sembrano essersi impadroniti dei nostri cuori umiliandoci in uno sconcerto destabilizzante anche per le nostre anime. Oh! Come abbiamo bisogno tutti di speranza, di luce, di gioia, di ristringerci nuovamente le mani nella fraternità, di abbracci che hanno la capacità di riscaldare il cuore, augurandoci che finalmente il freddo dell’anno appena trascorso sia finito e che inizi, con questo 2021, il tempo di una rinnovata primavera dello spirito e di una rinascita in tutti i settori della nostra esistenza umana.
Mentre ringraziamo Dio, Trinità Beata, per la grazia di questo nuovo tempo, ci sentiamo tutti di innalzare dal cuore un inno di gioia chiedendo al Signore di benedire ancora la nostra terra e le nostre famiglie donando serenità e pace.
Quest’anno vogliamo dedicare il calendario alla memoria di tutte quelle persone che ci hanno lasciato, vittime della pandemia, e vuole essere anche un ringraziamento ai tanti uomini e donne che, in questi tempi difficili, nel silenzio operoso, hanno profuso tutte le loro energie per essere di soccorso agli ultimi. A tutti allora, davvero di cuore, auguriamo un nuovo anno 2021 buono, ricco di speranza e prosperità. 

Dio ci benedica tutti 
L’Equipe del calendario